HiPOD: 27 maggio 2021
Cratere diviso in due

Cratere diviso in due
Le superfici dei pianeti possono essere molto complesse e registrare moltissimi eventi differenti durante il corso degli anni. Gli scienziati cercano di ricostruire la storia di queste superfici cercando di capire come le loro caratteristiche geologiche si sovrappongono.

In questa immagine Ŕ possibile vedere un cratere da impatto di circa 2 km di diametro. Il cratere Ŕ tagliato da una frattura che va dalla parte superiore a quella inferiore dell'immagine. I geologi chiamano queste fratture "graben", che significa scavo in tedesco. La loro formazione Ŕ dovuta allo stiramento della superficie che ad un certo punto si spacca formando la crepa. Nel momento in cui si apre la crepa dei blocchi di roccia possono cadere verso il basso e formare il fondo piatto della frattura.

In questa immagine, il cratere esisteva prima della formazione del graben. MetÓ del cratere si trova sul fondo piatto del graben mentre l'altra metÓ Ŕ rimasta in alto, sul terreno circostante. Nonostante tale cratere sia stato diviso in due dal graben, entrambe le due metÓ sono in ottime condizioni, questo indica che sia il cratere, sia il graben sono geologicamente giovani.

Traduzione: Pasquale Sciarretta
numero: ESP_030559_2135
data di acquisizione: 01 febbraio 2013
altitudine: 287 km

NASA/JPL/UArizona
https://uahirise.org/hipod/it/ESP_030559_2135
#Marte #NASA #scienza #astronomia #italiano

twitter  •  tumblr

NASA/JPL/UArizona
Bianco e nero è meno di 5 km di diametro; colore enfatizzato è meno de 1 km.