Depositi scuri intorno a una spaccatura vulcanica
NASA/JPL/Università dell’Arizona
Depositi scuri intorno a una spaccatura vulcanica
ESP_030440_1945
Inglese   Francese   

twitter  •  tumblr

HICLIP
720p (MP4)
Audio (MP3)

SFONDO
800
1024
1152
1280
1440
1600
1920
2048
2560
2880

HIFLYER
PDF (28x43 cm)

HISLIDES
PowerPoint
Keynote
PDF

Negli ultimi anni, ci sono state un certo numero di affermazioni che riguardavano i piccoli depositi scuri di cenere vulcanica, i quali, secondo gli esperti, suggeriscono eruzioni vulcaniche molto recenti. Tuttavia, la maggior parte di queste affermazioni non hanno retto alle prove fornite dalle indagini di HiRISE.

La sabbia scura soffiata dal vento, e non cenere vulcanica come si pensava, spiega la maggior parte degli esempi di macchie scure diffuse su Marte. Questa zona invece è particolarmente interessante perché il materiale soffiato dal vento nella regione ha una tonalità chiara anziché scura. Inoltre, nella regione ci sono dei probabili flussi lavici di recente formazione che scorrono vicino la possibile zona di sbocco, dando così maggior risalto all’idea del vulcanismo recente di Marte.

La differenza nel modo in cui i piccoli crateri resistono all'erosione all'interno di questo deposito scuro potrebbe essere indice di una possibile ricaduta di materiale proveniente da una fontana lavica. Nel complesso, si tratta di uno degli scenari più importanti che avvalorano l’ipotesi di una recente attività vulcanica su Marte.

Traduzione: Pasquale Sciarretta

 
Data di acquisizione
23 gennaio 2013

Ora su Marte
3:06 PM

Latitudine (centrata)
14.1°

Longitudine (Est)
268.1°

Altitudine della sonda
276.3 km

Scala originale dell’immagine
55.3 cm/pixel (con 2 x 2 binning) e gli oggetti di 166 cm attraverso sono risolti

Scala dell’immagine proiettata:
50 cm/pixel

Immagine proiettata
Equirettangolare (e il nord è su)

Angolo di emissione
9.1°

Angolo di fase
51.8°

Angolo di incidenza del Sole
59°, e il Sole è localizzato 31° sopra l’orizzonte

Longitudine solare
250.4°, autunno settentrionale

JPEG
Nero e bianco:
proiettato  non proiettato

Colore IRB:
proiettato  non proiettato

Colori combinati IRB:
proiettato

Colori combinati RGB:
proiettato

Colore RGB:
non proiettato

JP2 per scaricare
Nero e bianco:
proiettato (369 MB)

Colore IRB:
proiettato (192 MB)

JP2 EXTRAS
Nero e bianco:
proiettato  (171 MB)
non proiettato  (215 MB)

Colore IRB:
proiettato  (81 MB)
non proiettato  (198 MB)

Colori combinati IRB:
proiettato  (391 MB)

Colori combinati RGB:
proiettato  (361 MB)

Colore RGB:
non proiettato  (186 MB)
3D
Proiettato, risoluzione ridotta (PNG)
JP2 per scaricare

Etichette per i prodotti
Nero e bianco
Colore
Colori combinati IRB
Colori combinati RGB
Prodotti EDR

Prodotti fotografici
“Drag & drop” per usare con HiView, oppure clicca per scaricare.

NB
IRB: Infrarosso–rosso–blu
RGB: Rosso–verde–blu


Addenda
Il Jet Propulsion Laboratory della NASA dirige la sonda MRO. La fotocamera fu costruita da Ball Aerospace & Techologies Corp., e il suo progetto è realizzato dall’Università dell’Arizona.