Ghiaccio secco nella calotta polare Sud
NASA/JPL/Università dell’Arizona
Ghiaccio secco nella calotta polare Sud
ESP_014261_0930
Inglese   Francese   

twitter  •  google+  •  tumblr

SFONDO
800
1024
1152
1280
1440
1600
1920
2048
2560


Questa immagine di HiRISE riprende una parte della calotta Polare Sud di Marte. Come avviene sulla Terra, anche su Marte ci sono delle concentrazioni residue di ghiaccio d'acqua in entrambi i poli.



Poiché Marte è molto più freddo della Terra, il ghiaccio stagionale che si deposita alle alte latitudini in inverno è in realtà ghiaccio di anidride carbonica, ovvero il cosiddetto ghiaccio secco. Attorno al Polo Sud ci sono aree coperte perennemente da una spessa coltre di ghiaccio di anidride carbonica, ghiaccio che resiste all’evaporazione anche durante la primavera. Questa coltre perenne di ghiaccio di anidride carbonica viene denominata calotta polare sud residua, ed è il tema delle immagini di HiRISE presenti in questa pagina.



Il ghiaccio nelle posizioni più elevate presenta della interruzioni formate da depressioni semi-circolari e lineari che somigliano molto a delle impronte digitali. Queste aree hanno uno spessore di diversi metri. Le depressioni si pensa che siano state create dalla rimozione di ghiaccio anidride carbonica per sublimazione (passaggio diretto di un materiale dallo solido a quello gassoso). HiRISE sta monitorando quest’area con lo scopo di determinare in che modo questo genere di depressioni si sviluppano ed evolvono nel tempo.



Sebbene la calotta polare Sud è resiste tutto l’anno, al suo interno ci sono sicuramente dei cambiamenti. Grazie all'alto potere risolutivo di HiRISE, è intenzione degli scienziati misurare il grado di espansione delle depressioni su un periodo di alcuni anni marziani. Conoscere la quantità di anidride carbonica che evapora da queste regioni può darci un'idea sulle condizioni atmosferiche, meteo e climatiche nel corso di un intero anno.



Inoltre, la ricerca dei luoghi in cui il ghiaccio secco potrebbe essersi depositato può aiutarci a capire se esistono dispersioni o accumulo di anidride carbonica ghiacciata nel corso del tempo che a sua volta è un buon indicatore dei cambiamenti climatici di Marte.

Traduzione: Pasquale Sciarretta

 
Data di acquisizione
11 agosto 2009

Ora su Marte
6:09 PM

Latitudine (centrata)
-86.8°

Longitudine (Est)
315.7°

Altitudine della sonda
244.5 km

Scala originale dell’immagine
24.5 cm/pixel (con 1 x 1 binning) e gli oggetti di 73 cm attraverso sono risolti

Scala dell’immagine proiettata:
25 cm/pixel

Immagine proiettata
Stereografica polare

Angolo di emissione
0.0°

Angolo di fase
74.1°

Angolo di incidenza del Sole
74°, e il Sole è localizzato 16° sopra l’orizzonte

Longitudine solare
319.6°, inverno settentrionale

JPEG
Nero e bianco:
proiettato  non proiettato

Colore IRB:
proiettato  non proiettato

Colori combinati IRB:
proiettato

Colori combinati RGB:
proiettato

Colore RGB:
non proiettato

JP2 per scaricare
Nero e bianco:
proiettato (1039 MB)

Colore IRB:
proiettato (460 MB)

JP2 EXTRAS
Nero e bianco:
proiettato  (564 MB)
non proiettato  (623 MB)

Colore IRB:
proiettato  (160 MB)
non proiettato  (526 MB)

Colori combinati IRB:
proiettato  (241 MB)

Colori combinati RGB:
proiettato  (221 MB)

Colore RGB:
non proiettato  (450 MB)
Etichette per i prodotti
Nero e bianco
Colore
Colori combinati IRB
Colori combinati RGB
Prodotti EDR

Prodotti fotografici
“Drag & drop” per usare con HiView, oppure clicca per scaricare.

NB
IRB: Infrarosso–rosso–blu
RGB: Rosso–verde–blu


Addenda
Il Jet Propulsion Laboratory della NASA dirige la sonda MRO. La fotocamera fu costruita da Ball Aerospace & Techologies Corp., e il suo progetto è realizzato dall’Università dell’Arizona.