Un cratere senza nome, in buono stato di conservazione, a sud di Hypanis Valles
NASA/JPL/Università dell’Arizona
Un cratere senza nome, in buono stato di conservazione, a sud di Hypanis Valles
PSP_009393_1890
Inglese   

twitter  •  google+  •  tumblr

SFONDO
800
1024
1152
1280
1440
1600
1920
2048
2560


La risoluzione delle immagini riprese da HiRISE permette di vedere dettagli a scale inferiori al metro: questa immagine, ed altre simili, di crateri da impatto non ancora erosi offre l’ opportunità di studiare i dettagli del processo di craterizzazione da impatto.

Questo è un cratere molto ben conservato che si trova nell’emisfero nord di Marte. Poiché le caratteristiche del bordo, delle pareti e del fondo sono molto nette, anziché arrotondate, è evidente che esse sono state sottoposte ad un’erosione o ad altri tipi di modificazioni molto modeste dal momento della loro formazione.



Parecchie sono le caratteristiche interessanti e degne di nota in questa osservazione. La parte settentrionale dell’ immagine mostra striature di materiale eiettato che si è formato in seguito all’ impatto. Il bordo del cratere presenta un gran numero di smottamenti di colore più brillante, probabilmente il risultato dei crolli avvenuti su pendii ripidi ed instabili che sono tipici dei crateri ben conservati.


Alcuni dei terrazzamenti all’interno del cratere presentano canali di tipo fluviale che potrebbero essere stati scavati subito dopo la formazione del cratere da precipitazioni indotte dall’impatto. Altri processi che coinvolgano lo scorrimento di un mezzo dalle caratteristiche simili ad un fluido ed in grado di erodere un piccolo canale (per esempio, la fusione del terreno seguita all’impatto oppure cascate di detriti sabbiosi) possono pure aver contribuito alla formazione dei canali.

Infine, questo cratere presenta una fossa nel suo centro. Le fosse centrali si possono formare in seguito al rilascio di sostanze volatili, cioè ghiacci superficiali che diventano gas durante gli stadi terminali del processo di impatto.

Traduzione: Roberto Gorla

 
Data di acquisizione
28 luglio 2008

Ora su Marte
3:26 PM

Latitudine (centrata)
9.0°

Longitudine (Est)
313.4°

Altitudine della sonda
277.5 km

Scala originale dell’immagine
27.8 cm/pixel (con 1 x 1 binning) e gli oggetti di 83 cm attraverso sono risolti

Scala dell’immagine proiettata:
25 cm/pixel

Immagine proiettata
Equirettangolare (e il nord è su)

Angolo di emissione
4.4°

Angolo di fase
47.6°

Angolo di incidenza del Sole
51°, e il Sole è localizzato 39° sopra l’orizzonte

Longitudine solare
104.8°, estate settentrionale

JPEG
Nero e bianco:
proiettato  non proiettato

Colore IRB:
proiettato  non proiettato

Colori combinati IRB:
proiettato

Colori combinati RGB:
proiettato

Colore RGB:
non proiettato

JP2 per scaricare
Nero e bianco:
proiettato (1579 MB)

Colore IRB:
proiettato (673 MB)

JP2 EXTRAS
Nero e bianco:
proiettato  (879 MB)
non proiettato  (825 MB)

Colore IRB:
proiettato  (259 MB)
non proiettato  (591 MB)

Colori combinati IRB:
proiettato  (365 MB)

Colori combinati RGB:
proiettato  (351 MB)

Colore RGB:
non proiettato  (582 MB)
3D
Proiettato, risoluzione ridotta (PNG)
JP2 per scaricare

Etichette per i prodotti
Nero e bianco
Colore
Colori combinati IRB
Colori combinati RGB
Prodotti EDR

Prodotti fotografici
“Drag & drop” per usare con HiView, oppure clicca per scaricare.

NB
IRB: Infrarosso–rosso–blu
RGB: Rosso–verde–blu


Addenda
Il Jet Propulsion Laboratory della NASA dirige la sonda MRO. La fotocamera fu costruita da Ball Aerospace & Techologies Corp., e il suo progetto è realizzato dall’Università dell’Arizona.