Tracce chiare di massi che rotolano e rimbalzano
NASA/JPL/Università dell’Arizona
Tracce chiare di massi che rotolano e rimbalzano
ESP_031103_1405
Inglese   

twitter  •  tumblr

SFONDO
800
1024
1152
1280
1440
1600
1920
2048
2560
2880

HIFLYER
PDF (28x43 cm)

HISLIDES
PowerPoint
Keynote
PDF

Questa immagine riprende un cratere da impatto ben conservato. La vista ravvicinata mette chiaramente in luce sul ripido pendio nord del cratere linee e punti di colore chiaro.

La HiRISE ha ripreso questo cratere cinque anni fa (2,6 anni marziani fa), nel marzo del 2008, e allora non era visibile nessuna struttura di questo tipo. I punti discontinui di colore chiaro indicano che l’oggetto che li ha provocati rimbalzava, pertanto l’interpretazione che se ne dà è quella di massi che, rimbalzando, sono rotolati giù per il pendio.

Da dove venivano questi massi? Forse sono caduti dal ripido orlo superiore del cratere, anche se lì non è visibile nessuna nuova caratteristica superficiale di colore chiaro che ne indichi la sorgente. Forse i macigni sono stati espulsi da un impatto meteorico che è avvenuto di recente nelle vicinanze.

Perché le tracce sono chiare? Probabilmente in questa zona la parte più superficiale del sottosuolo è in genere più chiara della superficie stessa, come è stato messo in evidenza dal ‘rover’ Spirit in una regione del cratere Gusev. Non può trattarsi di ghiaccio perché il pendio è rivolto verso l’equatore e siamo nell’estate marziana, pertanto lì fa (relativamente) caldo.

Traduzione: Roberto Gorla


 
Data di acquisizione
16 marzo 2013

Ora su Marte
2:37 PM

Latitudine (centrata)
-39.3°

Longitudine (Est)
172.0°

Altitudine della sonda
255.0 km

Scala originale dell’immagine
25.5 cm/pixel (con 1 x 1 binning) e gli oggetti di 77 cm attraverso sono risolti

Scala dell’immagine proiettata:
25 cm/pixel

Immagine proiettata
Equirettangolare (e il nord è su)

Angolo di emissione
9.0°

Angolo di fase
45.0°

Angolo di incidenza del Sole
36°, e il Sole è localizzato 54° sopra l’orizzonte

Longitudine solare
282.9°, inverno settentrionale

JPEG
Nero e bianco:
proiettato  non proiettato

Colore IRB:
proiettato  non proiettato

Colori combinati IRB:
proiettato

Colori combinati RGB:
proiettato

Colore RGB:
non proiettato

JP2 per scaricare
Nero e bianco:
proiettato (434 MB)

Colore IRB:
proiettato (265 MB)

JP2 EXTRAS
Nero e bianco:
proiettato  (187 MB)
non proiettato  (251 MB)

Colore IRB:
proiettato  (61 MB)
non proiettato  (224 MB)

Colori combinati IRB:
proiettato  (110 MB)

Colori combinati RGB:
proiettato  (104 MB)

Colore RGB:
non proiettato  (217 MB)
Etichette per i prodotti
Nero e bianco
Colore
Colori combinati IRB
Colori combinati RGB
Prodotti EDR

Prodotti fotografici
“Drag & drop” per usare con HiView, oppure clicca per scaricare.

NB
IRB: Infrarosso–rosso–blu
RGB: Rosso–verde–blu


Addenda
Il Jet Propulsion Laboratory della NASA dirige la sonda MRO. La fotocamera fu costruita da Ball Aerospace & Techologies Corp., e il suo progetto è realizzato dall’Università dell’Arizona.