Nuvole di valanghe
NASA/JPL/Università dell’Arizona
Nuvole di valanghe
ESP_016423_2640
Inglese   

twitter  •  google+  •  tumblr

SFONDO
800
1024
1152
1280
1440
1600
1920
2048
2560
4K
8K


Questa immagine dell’HiRISE mostra tre nubi isolate composte da polvere e situate vicino a un dirupo nella regione polare nord di Marte.

Queste nuvole, che si muovono appena sopra il terreno e che arrivano ad essere alte circa 50 metri, sono probabilmente il risultato di una valanga composta da ghiaccio d’acqua o ghiaccio secco (anidride carbonica congelata). Il ghiaccio rimane attaccato alla scarpata nel freddo e buio inverno marziano, in seguito, con l’arrivo della primavera e della luce solare, lascia la sua presa e cade a valle compiendo un salto di circa 700 metri. La scarpata è composta da diversi strati di ghiaccio d’acqua con una concentrazione di polveri che varia da strato a strato in modo simile a quello che possiamo travare nelle calotte polari sulla Terra.

Sullo strato superficiale della calotta polare troviamo principalmente il bianchissimo ghiaccio secco. L’anno scorso, durante il monitoraggio per lo studio dei cambiamenti stagionali di questa regione, HiRISE fotografò, tra la sorpresa e l’emozione dei ricercatori, una valanga (vedi PSP_007338_2640)! Quest’anno siamo pronti per fotografarne delle altre!

L’osservazione continua di queste scarpate sui bordi dei depositi di ghiaccio stratificati sparsi sull’intera regione polare di Marte, ci permetterà di capire se queste valanghe sono una caratteristica tipica dell’alternarsi delle stagioni. Diversi eventi simili a questo sono avvenuti all’inizio di quest’anno sulla stessa scarpata (vedi ESP_016173_2640) e molte altre valanghe sono state osservate altrove (vedi ESP_016228_2650) su una estensione che abbraccia circa un terzo della circonferenza della regione polare.


Osservando le singole valanghe e mettendole in sequenza si può osservare, nell’insieme, tutto il processo, dall’inizio (ghiaccio e detriti che cadono) alla fine (nuvole gonfie e durature nel tempo). In base alle osservazioni di quest’anno, le valanghe avvengono principalmente a metà della primavera, l’equivalente, qui sulla Terra, di fine Aprile e inizio Maggio. Nell’insieme sembra essere un processo comune e regolare della primavera dell’emisfero Nord di Marte.



Traduzione: Pasquale Schiaretta

 
Data di acquisizione
27 gennaio 2010

Ora su Marte
1:11 PM

Latitudine (centrata)
83.8°

Longitudine (Est)
235.3°

Altitudine della sonda
318.6 km

Scala originale dell’immagine
31.9 cm/pixel (con 1 x 1 binning) e gli oggetti di 96 cm attraverso sono risolti

Scala dell’immagine proiettata:
25 cm/pixel

Immagine proiettata
Stereografica polare

Angolo di emissione
0.3°

Angolo di fase
67.0°

Angolo di incidenza del Sole
67°, e il Sole è localizzato 23° sopra l’orizzonte

Longitudine solare
43.5°, primavera settentrionale

JPEG
Nero e bianco:
proiettato  non proiettato

Colore IRB:
proiettato  non proiettato

Colori combinati IRB:
proiettato

Colori combinati RGB:
proiettato

Colore RGB:
non proiettato

JP2 per scaricare
Nero e bianco:
proiettato (1787 MB)

Colore IRB:
proiettato (818 MB)

JP2 EXTRAS
Nero e bianco:
proiettato  (723 MB)
non proiettato  (578 MB)

Colore IRB:
proiettato  (185 MB)
non proiettato  (617 MB)

Colori combinati IRB:
proiettato  (411 MB)

Colori combinati RGB:
proiettato  (411 MB)

Colore RGB:
non proiettato  (533 MB)
Etichette per i prodotti
Nero e bianco
Colore
Colori combinati IRB
Colori combinati RGB
Prodotti EDR

Prodotti fotografici
“Drag & drop” per usare con HiView, oppure clicca per scaricare.

NB
IRB: Infrarosso–rosso–blu
RGB: Rosso–verde–blu


Addenda
Il Jet Propulsion Laboratory della NASA dirige la sonda MRO. La fotocamera fu costruita da Ball Aerospace & Techologies Corp., e il suo progetto è realizzato dall’Università dell’Arizona.